top of page

L'elezione è ingiusta?

L’elezione è ingiusta?

 

L’insegnamento secondo il quale Dio sceglie di salvare alcune persone e non altre dalla massa dell'umanità decaduta solleva l’obiezione che Dio non è imparziale. In qualche modo si presume largamente che Dio debba il dono della salvezza a tutte le persone o almeno dovrebbe dare loro l'opportunità di essere salvati. Dal momento che esse non possono essere salvate se non attraverso la sua grazia, Egli dovrebbe loro concederla.

 

Questo tipo di pensiero proviene da una confusione fondamentale tra la giustizia di Dio e la sua misericordia o grazia. Grazia, per definizione, è qualcosa che Dio non è tenuto a concedere. Egli non deve nessuna misericordia a un mondo degenerato. Se invocassimo giustizia dalle sue mani, potremmo tutti ricevere la giusta punizione che meritiamo. La (sua) giustizia è quello che meritiamo. La (sua) grazie è sempre e comunque non meritata. Se la meritassimo, non sarebbe grazia.

 

La questione si complica nel momento in cui consideriamo che Dio sceglie di concedere ad alcuni questa grazia salvifica, ma non a tutti. Teniamo presente, in primo luogo, che Egli non la deve a nessuno. Nel momento in cui qualcuno si trova a peccare, Egli non deve a quella persona proprio nulla. Precisamente, anche prima del peccato, Egli non deve niente alla creazione. È la creatura che è debitrice a Dio (per la grazia che sostiene se non anche salvatrice), non Dio verso la creatura. Ma ciò che spesso si presume è che se Dio concede la grazia ad alcuni, deve concedere la stessa misura di grazia a tutti nel caso in cui Egli fosse imparziale e giusto. Dovremmo fermarci qui un momento e chiederci perché dovrebbe essere così. Per quale motivo se la grazia fosse concessa ad alcuni, si dovrebbe allora presupporre che si debba concedere a tutti? Teniamo presente di nuovo che, in questa elaborazione, nessuno riceve ingiustizia per mano di Dio. L’eletto riceve la grazia che non merita e il dissoluto riceve la giustizia che di fatto merita. Se Dio decide di perdonare una persona colpevole, questo non significa che quelli che non perdona diventano in qualche modo meno colpevoli.

 

Questo tipo di pensiero proviene da una confusione fondamentale tra la giustizia di Dio e la Sua misericordia o grazia.

  

In risposta alla sua stessa domanda, “C’è ingiustizia presso Dio?” Paolo dichiarò con enfasi, “Certamente no" Per l’Apostolo era impensabile che ci potesse essere alcuna ingiustizia presso Dio. Ai suoi lettori ha rievocato ciò che Dio rivelò nel Vecchio Testamento quando disse a Mosè: "Farò grazia a chi vorrò fare grazia, e avrò pietà di chi vorrò avere pietà" (Esodo 33:19).

 

In questa rievocazione, abbiamo presente l’inequivocabile concetto della grazia sovrana di Dio. Paolo rese nettamente chiaro che Dio si riserva sempre il diritto di esercitare la Sua misericordia e grazia secondo il Suo arbitrio. Questo è il diritto supremo della clemenza esecutiva. È questa sovrana espressione di amore che sovrabbonda a lode della Sua gloria.

È questo amore che ci lascia sbalorditi e canta dossologie. È questo amore travolgente che spinse Paolo a gridare:

 

    “Oh, profondità della ricchezza, della sapienza e della scienza di Dio! Quanto inscrutabili sono i suoi giudizi e ininvestigabili le sue vie!  Infatti «chi ha conosciuto il pensiero del Signore? O chi è stato suo consigliere?» «O chi gli ha dato qualcosa per primo, sì da riceverne il contraccambio?»” (Lettera ai Romani, 11:33-35)

 

La conclusione che Paolo trasse da questa sovrana espressione di misericordia e grazia, è questa: “Non dipende dunque né da chi vuole né da chi corre, ma da Dio che fa misericordia.” (Lettera ai Romani, 9:16).


Articolo originale: Is Election Unfair?, copyright year 2023 by R.C. Sproul, Ligonier Ministries. Used by permission. Tradotto con permesso.

Traduzione italiana Agata Nicotra @FedeRiformata.com

Per l’utilizzo degli articoli del nostro sito incoraggiamo i link diretti alla pagina originale. In caso di copia e incolla, per favore, scrivete il sito di provenienza.

59 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page