Vieni, Signore Gesù!

Quando si parla di escatologia, ci sono due gruppi di persone di cui preferisco non far parte: quelle che evitano di leggere il libro dell’Apocalisse convinte di non essere in grado di capirlo, e quelle che pensano di padroneggiarlo, per le quali anche un semplice commento sul tempo si trasforma in una discussione sui “segni della venuta”.


Ricordo la prima volta in cui ho letto l’Apocalisse. Sono passati diciassette anni da quando ho aperto quella grande, vecchia e impolverata Bibbia nella camera di mia nonna. Non ero nemmeno sicuro di essere un cristiano, a quei tempi. Provai una paura tremenda. Non avevo mai sentito alcuna discussione escatologica. Non fui in grado di capire la maggior parte dell’immaginario descritto in quelle pagine, eppure, dopo quella mia prima, superficiale lettura, mi fu ben chiaro che sarebbe successo qualcosa di grandioso – il ritorno di Gesù (Ap 1.7; 22.7,12,20).


Un’altra osservazione inequivocabile riguarda il modo in cui Egli tornerà. Nella Sua prima venuta, Gesù giunse con le sembianze di un bambino, umile, mansueto e mite, e passò relativamente inosservato. La sua prossima venuta, invece, sarà maestosa (Ap 22.3) e universalmente visibile (19.11). Quando Gesù tornerà, non sarà a mani vuote, ma porterà la Sua ricompensa (22.12). Di conseguenza, ci saranno ira, gemiti, sangue, morte e anche una seconda morte (20.14). Ovunque ti porti la tua immaginazione mentre leggi questi passaggi, una cosa rimane perfettamente chiara: il ritorno di Gesù Cristo sarà un giorno orribile e spaventoso per i nemici di Dio.


Eppure, quello stesso giorno sarà incredibile per il popolo di Dio. In quel giorno, “asciugherà ogni lacrima dai loro occhi…” (Ap 21.4). La più grande benedizione per il popolo di Dio, tuttavia, sarà il fatto che “Egli abiterà con loro, essi saranno i Suoi popoli” (v.3). È sempre stata questa la Sua promessa (Le 26.11-12), solo che, adesso, ogni cosa sarà rinnovata.


La grandiosità del ritorno del Signore non riguarda solamente la ricompensa degli iniqui e i doni pieni di grazia per i giusti: lo stesso Signore Gesù Cristo riceverà ciò che il Padre gli ha promesso. In quel giorno, Egli sarà riunito con la Sua sposa, la chiesa, e ci sarà una grande cena di nozze (Ap 19.6-9). In quel giorno, qualsiasi dibattito escatologico finirà, e saremo felici di essere annoverati tra di noi. “Amen! Vieni, Signore Gesù!” (Ap 22.20).


Patrick Lennox Missionario alla Leech Lake Reservation in Minnesota (USA), collaboratore di Third Millenium Ministries per la formazione di pastori e discepoli tra i nativi americani.


Articolo originale: Come, Lord Jesus, copyright year 2007 by Patrick Lennox, Ligonier Ministries. Used by permission. Tradotto con permesso.



Traduzione italiana Paini Alessia @FedeRiformata.com

Per l’utilizzo degli articoli del nostro sito incoraggiamo i link diretti alla pagina originale. In caso di copia e incolla, per favore, scrivete il sito di provenienza.

17 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Non uccidere