E tu, sei nato di nuovo?


Autore: John C. Ryle (1816-1900), vescovo della Chiesa d’Inghilterra di Liverpool. Conosciuto per la sua erudizione e pietà, Ryle fu anche uno scrittore prolifico, un predicatore vigoroso e un ministro fedele.

“Sei nato di nuovo?”

Questa è una delle domande più importanti della vita. Gesù Cristo disse: “In verità, in verità ti dico che se uno non è nato di nuovo non può vedere il regno di Dio” (Giovanni 3.3). Non basta rispondere: “Io faccio parte della chiesa; suppongo di essere cristiano”. Migliaia di cristiani nominali non mostrano alcuno dei segni della nuova nascita, che le Scritture ci hanno dato – molti dei quali sono elencati nella Prima Lettera di Giovanni.

Per prima cosa, Giovanni scrisse: “Chiunque è nato da Dio non persiste nel commettere peccato” (1Giovanni 3.9). “Chiunque è nato da Dio non persiste nel peccare” (5.18).

Una persona che è nata di nuovo, o rigenerata, abitualmente non commette peccato. Non pecca più con il suo cuore, e volontà, e ogni tipo di inclinazione. C’è stata, probabilmente, un’epoca in cui non pensava se le sue azioni fossero o no peccaminose, e non sempre si sentiva angustiato dopo aver fatto del male. Non c’era disputa tra lui e il peccato; erano amici. Ma il vero cristiano odia il peccato, fugge da esso, lotta contro esso, lo considera la sua maggior piaga, risente del peso della sua presenza, rimpiange i momenti in cui cade sotto la sua influenza, e desidera esserne totalmente liberato. Il peccato non gli piace più, e non lo lascia indifferente; è diventato una cosa orribile, che lui odia. Tuttavia, non può eliminare la sua presenza da dentro di sé.

Se dicesse di non aver peccato, mentirebbe (1Giovanni 1.8). Ma può dire di odiare il peccato, e che il grande desiderio della sua anima sia non commettere alcun tipo di peccato. Non può impedire che pensieri cattivi passino per la sua mente, o che mancanze, omissioni e difetti segnino tanto le sue parole quanto le sue azioni. Lui sa che “manchiamo tutti in molte cose” (Giacomo 3.2). Ma lui può onestamente dire, agli occhi di Dio, che queste cose gli causano rammarico e tristezza, e che tutta la sua natura non acconsente ad esse. Cosa direbbe l’apostolo di te? Sei nato di nuovo?

In secondo luogo, Giovanni scrisse: “Chiunque crede che Gesù è il Cristo, è nato da Dio” (1Giovanni 5.1).

Un uomo nato di nuovo, o rigenerato, crede che Gesù Cristo sia l’unico Salvatore che possa perdonare la sua anima, che Egli sia la persona divina designata da Dio il Padre a questo proposito, e che oltre a Lui non esista Salvatore. In sé stesso, lui non vede null’altro che indegnità. Ma egli ha piena fiducia in Cristo e, confidando in Lui, crede che tutti i suoi peccati siano perdonati. Crede che, avendo accettato l’opera consumata e la morte di Cristo sulla croce, egli sia considerato giusto agli occhi di Dio, e possa aspettare la morte e il giudizio senza paura.

Lui può avere timori e dubbi. Può dire, a volte, di sentirsi come se non avesse fede alcuna. Ma domandategli se sia disposto a confidare in qualsiasi cosa al di fuori i Cristo, e vedrete cosa vi dirà. Chiedetegli se porrà la sua speranza nella sua stessa bontà, nelle sue stesse opere, nelle sue preghiere, nel suo ministro o nella sua chiesa, e ascoltate la sua risposta. Cosa dirà l’apostolo su di te? Sei nato di nuovo?

Terzo, Giovanni scrisse: “Tutti quelli che praticano la giustizia sono nati da Lui” (1Giovanni 2.29).

L’uomo che è nato di nuovo, o rigenerato, è un uomo santo. Si sforza di vivere secondo la volontà di Dio, di fare cose che aggradano a Dio, e di evitare le cose che Dio odia. Desidera guardare continuamente a Cristo come esempio, così come Salvatore, e provare di essere amico di Cristo facendo ciò che Lui comanda. Sa di non essere perfetto. È dolorosamente cosciente della propria corruzione interiore. Sa di avere un principio maligno in sé che lotta costantemente contro la grazia, e che tenta di allontanarlo da Dio. Ma non è d’accordo, nonostante non possa impedire la sua presenza.

Nonostante a volte si senta tanto male da chiedersi se sia davvero cristiano, potrà dire come John Newton: “Non sono ciò che devo essere, non sono ciò che voglio essere, non sono ciò che spero di essere nell’altro mondo, ma non sono più ciò che ero e, per grazia di Dio, sono ciò che sono.” Cosa dirà l’apostolo di te? Sei nato di nuovo?

Quarto, Giovanni scrisse: “Noi sappiamo che siamo passati dalla morte alla vita, perché amiamo i fratelli” (1Giovanni 3.14).

Un uomo che è nato di nuovo ha un amore speciale per tutti i discepoli di Cristo. Come suo Padre in cielo, ama tutti gli uomini con un amore generico, ma ha un amore speciale per coloro che condividono la sua fede in Cristo. Come il suo Signore e Salvatore, ama il peggiore dei peccatori e può piangere per loro; ma ha un amore speciale per coloro che sono credenti. Non sta tanto in casa quanto quand’è in loro compagnia.

Sente di essere parte della stessa famiglia. Essi sono i suoi alleati di battaglia, lottano contro lo stesso nemico. Essi sono i suoi compagni di viaggio, affrontano lo stesso cammino. Lui li capisce e loro lo capiscono. Possono essere molto diversi sotto vari aspetti – personalità, posizione e ricchezza. Ma tutto questo non importa. Essi sono figli e figlie di loro Padre, e lui non può smettere di amarli. Cosa dirà l’apostolo di te? Sei nato di nuovo?

Quinto, Giovanni scrisse: “tutto quello che è nato da Dio vince il mondo” (1Giovanni 5.4).

Un uomo che è nato di nuovo non usa l’opinione del mondo come modello di ciò che è giusto o sbagliato. Non gli importa andare contro le vie, le idee e i costumi del mondo. Ciò che gli uomini pensano o dicono non fanno riferimento a lui. Lui va oltre l’amore del mondo. Non prova piacere per quelle cose che sembrano rendere felici la maggioranza delle persone. Per lui, essi sono degli sciocchi, e indegni di un essere immortale.

Egli ama l’adorazione di Dio più dell’adorazione degli uomini. Teme di offendere Dio più che offendere gli uomini. A lui non importa di essere incolpato o elogiato; il suo primo obiettivo è piacere a Dio. Cosa dirà l’apostolo di te? Sei nato di nuovo?

Sesto, Giovanni scrisse: “chi è nato da Dio conserva sé stesso” (1Giovanni 5.18 – ver. Diodati).

Un uomo che è nato di nuovo sta attento alla propria anima. Tenta non solo di evitare il peccato, ma anche di evitare tutto ciò che possa portarlo ad esso. È attento con i suoi affari. Sa che le cattive conversazioni corrompono il cuore, e che il male è più attraente del bene, così come la malattia è più contagiosa della salute. È attento all’utilizzo del suo tempo; il suo principale desiderio è di impiegarlo a fin di bene.

Desidera vivere come un soldato in un paese nemico, e usare continuamente la propria armatura ed essere preparato per la tentazione. È diligente nell’essere un uomo vigile, umile e pieno di preghiera. Cosa dirà l’apostolo di te? Sei nato di nuovo?

Questi sono i sei grandi segni di un cristiano nato di nuovo.

Esiste una grande differenza nella profondità e distinzione di questi segni nelle diverse persone. In alcuni, sono deboli e difficilmente percepibili. In altri, essi sono audaci, chiari e inconfondibili, affinché chiunque possa vederli. Alcuni di questi segni sono più visibili di altri in ogni individuo. Raramente sono egualmente evidenti in qualsiasi persona.

Ma anche così, qui incontriamo sei segni coraggiosamente nati da Dio.

Come dobbiamo reagire a questo? Possiamo logicamente giungere a una sola conclusione – solamente coloro che sono nati di nuovo hanno queste sei caratteristiche, e coloro che non le hanno non sono nati di nuovo. Questa sembra essere la conclusione alla quale l’apostolo voleva che giungessimo. Tu hai queste caratteristiche? Sei nato di nuovo?

Articolo originale: sermone di John C. Ryle “Are You Born Again?”


tradotto nel 2019 in portoghese per il ©Ministero Reformai da Elnatan Rodrigues, revisione Amanda Martins. https://reformai.com/voce-nasceu-de-novo-por-john-ryle/

Traduzione italiana Paini Alessia @FedeRiformata.com

Per l’utilizzo degli articoli del nostro sito incoraggiamo i link diretti alla pagina originale. In caso di copia e incolla, per favore, scrivete il sito di provenienza.

142 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti