• Dave Eby

Fate discepoli

Quando ho iniziato a studiare nel seminario, nel 1967, il comandamento di Gesù in Matteo 28:18-20 di “fare discepoli” mi lasciava perplesso. Era criptico e misterioso, comprensibile solo a pochi eletti. Allo stesso tempo, le parole di Gesù richiedevano comprensione e prestazione, e questo diede inizio a un percorso al fine di capire cosa significasse questo “fare discepoli”. Dopo trentaquattro anni come ministro negli Stati Uniti e sette anni come insegnante di seminario in Uganda, sto ancora imparando.


Rispondiamo insieme a tre semplici domande: (1) Cos’è un discepolo? (2) Come si fanno discepoli? (3) Che tipi di discepoli esistono?


La parola greca che traduciamo come discepolo significa allievo. Un discepolo è un allievo del Signore Gesù. Un allievo ascolta e mette in pratica. Il Grande Mandato è l’ordine di portare le persone a Cristo affinché ascoltino, imparino e mettano in pratica. Un discepolo di Gesù sarà Suo allievo per sempre.


Tra le cose che i discepoli impareranno da Cristo, troviamo:

1. Negare sé stessi e seguire Gesù con una lealtà unica (Lu 9.23-26; 14.26).

2. Odiare il peccato e amare la santità.

3. Servire e amare la chiesa di Cristo, con tutte le sue imperfezioni.

4. Amare i perduti e le nazioni, e avere passione per l’avanzata del Vangelo.

5. “Adornare” il Vangelo di Cristo con buone opere d’amore, giustizia e misericordia (Tt 2.10, 12, 14).

6. Vivere della fede in Cristo e il Vangelo (Ro 1.17).

7. Godere delle benedizioni umanamente impossibili di una fedina pulita, un nuovo cuore, e una nuova possibilità di vivere una vita santa, acquistate e provvedute solo da Cristo e solo per grazia, e ricevute solo per fede. Rigenerazione, giustificazione e santificazione sono doni gratuiti.

8. Vantarsi solo della croce e del Vangelo, allontanandosi da ogni orgoglio e autoaffermazione (Fl 3.3-9).

9. Sperare in Cristo per la gloria futura e la grazia, una speranza che ci sostiene nelle tante afflizioni di questo breve soggiorno nella “valle dell’ombra della morte.”


I discepoli sono fatti attraverso il ministero della Parola affidato alla chiesa, che include la predicazione, l’insegnamento, l’evangelizzazione e la consulenza. La Parola insegna, riprende, corregge ed educa alla giustizia (2Ti 3.16-17). La Parola fa discepoli, e Cristo fa discepoli mediante la Parola. Egli usa i Suoi servi per amministrare la Sua Parola formalmente in culti, classi, gruppi di studio biblico, consulenze, seminari e missioni evangelistiche, o per predicarla informalmente in conversazioni di ogni tipo.


Fare discepoli è preminentemente responsabilità della chiesa. Fare discepoli include: esortarli mediante la Parola, chiamandoli a diventare allievi di Cristo; insegnar loro ciò che Cristo ha comandato; insegnar loro ad obbedire a tutto ciò che Cristo ha ordinato; insegnar loro ad obbedire nella loro vita di chiesa; chiamare la chiesa a comandare a tutte le nazioni di seguire Gesù e a diventare Sue allieve.


Vediamo ora tre tipi di discepolato:

Discepolato iniziale: fare discepoli mediante l’evangelizzazione, portare dei peccatori a Cristo come allievi attraverso un primo ravvedimento, fede e sottomissione alla grazia.


Discepolato comune: avviene nella congregazione. Consiste nell’insegnare ai credenti tutto ciò che Cristo ha comandato riguardo ad ogni aspetto della vita. I credenti affamati, aperti all’insegnamento e fedeli saranno allievi continui di Gesù, stando sotto la predicazione e l’insegnamento della Parola di Dio e mettendola in pratica (Gm 1.22). Cresceranno in una vita di continua fede, ravvedimento, ministero e missione. Saranno equipaggiati, schierati e inviati a contribuire alla missione di Dio in questo mondo, che è fare discepoli tutti coloro che Cristo ha redento in ogni nazione, costruendo la Sua chiesa in ogni popolo, chiamandoli alla pienezza del Regno di Dio.


Discepolato di rigenerazione: imparare da Cristo come affrontare i problemi dovuti al peccato rimanente. Questo tipo di discepolato richiede insegnamenti, correzioni e educazioni specifici per far fronte a problemi specifici. L’obiettivo del discepolato di rigenerazione è simile a quello di ogni altro tipo di discepolato: ristabilire il credente nell’utilità e nell’umile apprendimento da Cristo, per poter diventare come Lui nel cuore, nella condotta e nella missione.


Portare le persone a Cristo perché diventino sue allieve è una chiamata importante e un privilegio. Chi fa discepoli è di per sé senza potere, eppure è responsabile nei confronti di Cristo, e attivo in Lui. Procedi, dunque, in un’obbedienza fedele, e predica la Parola. Il Cristo esaltato è Colui che fa discepoli, alla fine, facendo germogliare e crescere la Sua Parola attraverso il nostro lavoro. Attraverso di te, Cristo vincerà, edificherà, equipaggerà, restaurerà e manderà i Suoi allievi a compiere la Sua missione in questo mondo bisognoso.


Dr. Dave Eby

Insegnante alla Presbyterian Church of America, presidente e fondatore del Westminster Seminary di Kampala, in Uganda, che ha avuto inizio nel 2007.


Articolo originale: Make Disciples, copyright year 2014 by Dave Eby, Ligonier Ministries. Used by permission. Tradotto con permesso.


Traduzione italiana Paini Alessia @FedeRiformata.com

Per l’utilizzo degli articoli del nostro sito incoraggiamo i link diretti alla pagina originale. In caso di copia e incolla, per favore, scrivete il sito di provenienza.

29 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti